“On the RHOad” con la Fucina e la Scuola di Coaching Umanistico

A scuola si scoprono potenzialità e talenti con il Coaching Umanistico

 

Gli Istituti secondari di primo e secondo grado del territorio lombardo hanno lavorato aprendo lo sguardo per cercare ed imparare ad allenare risorse, vocazioni e talenti con i progetti della Cooperativa Sociale LaFucina realizzati in collaborazione con la Scuola di Coaching Umanistico

 

Tra appunti, libri e formule l’anno scolastico questo giugno si è concluso in modo diverso: dopo mesi in cui studenti, insegnanti e genitori hanno incontrato coach umanisti, ognuno si porterà in vacanza nuovi talenti e capacità che mai avrebbe immaginato di sviluppare.

La scuola di Coaching e la Cooperativa sociale LaFucina hanno iniziato una collaborazione già dal 2014 per realizzare degli sportelli di Coaching all’interno delle scuole rhodensi. L’esperienza ha portato un’evoluzione che quest’anno si è tradotta in un progetto più grande sul territorio di Bovisio Masciago, Sportelli dedicati agli studenti ma anche alla comunità educante. Il lavoro diversificato ma sinergico, per ragazzi e adulti, ha permesso di mettere le basi per costruire un sistema scolastico dove le difficoltà e le potenzialità di ragazzi e adulti hanno trovato risposte e strumenti per migliorare e agire in alleanza.

Il coaching umanistico è l’occasione per gli adolescenti di apprendere degli strumenti per sognare e imparare a rendere il desiderio e la passione progetti concreti; per genitori ed insegnanti è il modo per smettere di lavorare in solitario, ma di iniziare a costruire insieme un gruppo educante, coeso sugli obiettivi da perseguire e allo stesso tempo disponibile a mettersi in gioco per esercitare il proprio ruolo, in accordo con le proprie potenzialità. Il lavoro complesso ha portato delle risposte concrete, dai ragazzi si è manifestata vera gioia nello scoprirsi pieni di risorse e di capacità realizzative; dagli insegnanti e dai genitori è emerso il naturale bisogno di dedicare del tempo a loro sia come persone che come educatori, per poter agire con entusiasmo, passione e sentirsi efficaci.

Il punto di partenza di questa esperienza fruttuosa, è stato On The RHOad, progetto di educativa territoriale realizzato dalla Cooperativa LaFucina, promosso e sostenuto dall’Assessorato alle Politiche Giovanili. Un progetto volto a promuovere il protagonismo giovanile sul territorio Rhodense attraverso una grande varietà di azioni che coinvolgono in particolare ragazzi dai 14 ai 30 anni, che negli ultimi anni ha arricchito a sua proposta introducendo il metodo del coaching umanistico nelle sue attività e in particolare nel mondo della scuola. Ad oggi sono stati incontrati oltre 350 ragazzi degli Istituti Secondari di Primo e Secondo grado di Rho con i quali sono stati fatti piccoli percorsi in cui si sono affrontati diversi temi spaziando dalle relazioni familiari alle amicizie, al rapporto con sé stessi, al rendimento scolastico, al progetto di Studio e/o lavoro, alla scoperta delle proprie potenzialità.

Dal 2017 l’attività di Coaching Umanistico è stata sviluppata ulteriormente nell’Istituto Comprensivo di Bovisio Masciago grazie al progetto di Ascolto Scolastico in cui l’aver coinvolto dall’inizio insegnanti e genitori ha creato una sinergia tra i coach, la scuola e le famiglie molto significativa in termini di efficacia di progetto. L’elemento innovativo, infatti, è l’attuazione di una metodologia che sia allo stesso tempo trasversale rispetto ai destinatari (Ragazzi, Maestri e Famiglie) e rispettosa delle esigenze specifiche di ciascuno. L’obiettivo principale per ciascun membro della Comunità Educante attraverso il servizio di Sportello di Ascolto è quello di mettere nelle condizioni Ragazzi, Maestri e Famiglie, di poter consapevolmente allenare le potenzialità e competenze relative al proprio ruolo e in relazione agli altri elementi della Comunità Educante. Ad oggi, in un solo anno di lavoro, sono stati incontrati oltre 150 ragazzi, genitori e maestri nei percorsi individuali e rivolti ai gruppi classe.

 

Lascia una risposta